Mitsubishi Compact: Anomalie e Guasti

condizionatore salta la corrente

Ecco un elenco di problemi frequenti che si potrebbero avere con un condizionatore Compact Mitsubishi e le relative soluzioni. Se non si è certi di saper intervenire correttamente è meglio rivolgersi a un tecnico specializzato ed evitare di causare danni più gravi.

ANOMALIA: L’unità interna non si accende

  • Assicurarsi che l’interruttore generale sia in posizione di accensione
  • Verificare che la spina di alimentazione sia inserita
  • Controllare se è stata attivata la funzione TIMER

ANOMALIA: Le alette orizzontali non si muovono

In tal caso occorre verificare se siano state installate correttamente e se la protezione del ventilatore si è deformata.
Da notare che in caso di raffreddamento di emergenza o se viene acceso l’interruttore generale le alette orizzontali vengono riposizionate automaticamente, per poi tornare alla normalità entro 1 minuto.

ANOMALIA: Al riavvio dell’unità interna il funzionamento riprende entro 3 minuti
Non si tratta di un’anomalia, è intervenuto un meccanismo di auto protezione per evitare danni all’apparecchio. Trascorsi i 3 minuti tutto torna alla normalità.

ANOMALIA: Dall’unità interna esce una sorta di foschia
In caso di umidità dell’aria, l’aria fredda che esce dall’unità interna fredda rapidamente quella che incontra e questo causa la formazione di foschia.

ANOMALIA: Il movimento oscillatorio delle alette orizzontali si blocca e poi si riavvia
È normale, in questo modo può avvenire l’oscillazione delle alette orizzontali.

ANOMALIA: Con attive le funzioni raffreddamento/deumidificazione/ventilatore l’aletta orizzontale inferiore non oscilla in modalità oscillazione
Ciò rappresenta il normale funzionamento del condizionatore.

ANOMALIA: La direzione del flusso d’aria non cambia e la posizione delle alette orizzontali non può essere modificata da telecomando

  • Se sono attive le funzioni raffreddamento/deumidificazione, dopo un’ora di funzionamento le alette orizzontali posizionato verso il baso cambiano autonomamente posizione, direzionandosi in maniera orizzontale.
  • Se attiva la funzione riscaldamento, le alette si spostano in posizione orizzontale se il flusso d’aria è troppo freddo o se si è in fase di sbrinamento.
  • In funzione riscaldamento il condizionatore si blocca per circa 10 minuti
  • Quando la temperatura esterna è molto bassa si forma della brina sull’unità esterna, interviene quindi la funzione sbrinamento che dura circa 10 minuti.

ANOMALIA: Dopo un’interruzione di corrente il condizionatore ricomincia a funzionare

  • Il Compact Mitsubishi è dotato di funzione riavvio automatico. In caso di interruzione del funzionamento a causa di mancanza di corrente o se si spegne l’interruttore generale, al riavvio il condizionatore riprende la funzione precedentemente impostata.

ANOMALIA: Le alette orizzontali interferiscono fra loro, sono in posizione anomala, non ritornano nella posizione di chiusura

In questo caso si può provare a spegnere e riaccendere l’apparecchio tramite l’interruttore generale oppure avviare e bloccare la funzione di raffreddamento di emergenza. Controllare quindi che le alette siano tornate nella corretta posizione.

ANOMALIA: Se si è in funzione raffreddamento/deumidificazione, se la temperatura è vicina a quella impostata, l’unità esterna si blocca e quella interna funziona a bassa velocità

Se la temperatura dell’ambiente è vicina a quella che è stata impostata entra in funzione in ventilatore, secondo le impostazioni date da telecomando.

ANOMALIA: Si sente un rumore simile a quello dell’acqua che scorre, anche se l’unità è spenta
Nell’impianto scorre sempre una quantità minima di refrigerante, che causa questo tipo di rumore.

ANOMALIA: In funzione riscaldamento il condizionatore non si accende subito
Potrebbe essersi attivata la funzione sbrinamento, bisogna attendere 10 minuti perché finisca il suo processo.

ANOMALIA: Il compressore funziona, ma il ventilatore dell’unità esterna non si avvia oppure si avvia e poi si blocca

Quando la temperatura esterna è molto bassa e il condizionatore è in modalità raffreddamento, il ventilatore dell’unità esterna funziona a intermittenza per garantire il raffreddamento.

ANOMALIA: Ci sono perdite di acqua dall’unità esterna
Le motivazioni possono essere legate a:

  • Sulle tubature esterne si forma condensa, quando il condizionatore è in modalità raffreddamento/deumidificazione
  • Sullo scambiatore di calore si forma condensa in modalità riscaldamento
  • In funzione sbrinamento, in modalità riscaldamento, viene sciolto il ghiaccio che si è formato sull’unità esterna.

ANOMALIA: Esce fumo bianco dall’unità esterna
Il funzione sbrinamento si scioglie il ghiaccio e il vapore così creato è simile a del fumo bianco.

ANOMALIA: Il display del telecomando è spento oppure il condizionatore non risponde ai comandi da telecomando
Generalmente questa anomalia è legata alle batterie del telecomando che potrebbero essere scariche o posizionate in maniera errata.

ANOMALIA: Sembra che raffreddamento/riscaldamento non siano sufficienti
I motivi possono essere legati a un’errata impostazione della temperatura o della velocità del ventilatore, in questi casi provare a modificare le impostazioni.
Va ricordato che in caso di temperature esterne molto basse o molto alte potrebbe accadere che non si riescano a raggiungere livelli soddisfacenti di riscaldamento o raffreddamento.
Ulteriore verifica riguarda la presenza di oggetti che ostruiscono il flusso d’aria nell’unità esterna e interna e la chiusura di porte e finestre.

ANOMALIA: L’ambiente non si fredda a sufficienza
Quando ci sono fonti di calore o quando la temperatura esterna è molto alta il condizionatore potrebbe impiegare più tempo a raffreddare l’ambiente oppure potrebbe non riuscire a raggiungere la temperatura desiderata.

ANOMALIA: L’ambiente non si scalda a sufficienza
Anche in questo caso la causa potrebbe essere legata alle temperature esterne troppo rigide.

ANOMALIA: In modalità riscaldamento l’aria non esce rapidamente
Il condizionatore impiega qualche minuto per impostarsi in modalità riscaldamento e in questo periodo l’aria potrebbe uscire lentamente.

ANOMALIA: Dall’unità interna escono cattivi odori
I filtri del condizionatore vanno puliti con regolarità e con appositi detergenti. Una delle conseguenze s e non si segue tale indicazione è proprio la fuoriuscita di cattivi odori, che vengono trattenuti dal condizionatore (ad esempio quelli della cucina o di fumo).

ANOMALIA: Dal condizionatore provengono scricchiolii
A causa degli sbalzi di temperatura le varie componenti del condizionatore si dilatano e contraggono, provocando tali scricchiolii.

ANOMALIA: Dal condizionatore provengono gorgoglii
In funzione aspiratore o ventilatore l’acqua dello scarico viene espulsa e l’aria assorbita, ciò provoca questo tipo di rumore. Un’altra situazione in cui si potrebbe verificare questo fenomeno è in caso di vento forte, che provoca l’entrata violenta dell’aria nel tubo di scarico.

ANOMALIA: Dall’unità interna proviene un rumore meccanico
È il rumore provocato dall’attivazione di ventilatore e/o compressore.

ANOMALIA: Si sente un rumore di acqua che scorre
Il rumore dell’acqua che scorre è dovuto al fatto che continuamente scorrono condensa e liquido refrigerante all’interno dell’impianto.

ANOMALIA: Si sente un suono simile a un sibilo
Il sibilo viene provocato dall’inversione del flusso refrigerante all’interno dell’impianto.

ANOMALIA: Il timer settimanale non funziona correttamente
In questo caso occorre eseguire una serie di controlli:

  • Verificare di aver eseguito correttamente le operazioni indicate dal manuale per l’impostazione del timer.
  • Inviare nuovamente le informazioni all’unità interna tramite il telecomando, quando l’unità le riceve emette un suono prolungato, quando non le riceve tre suoni brevi.
  • Se si verifica un’interruzione di corrente l’orologio del condizionatore potrebbe perdere le sue impostazioni, in tal caso è sufficiente riprogrammarlo.

ANOMALIA: L’unità interna si accende/spegne senza alcun intervento esterno
Potrebbe essere causato da un’impostazione errata o non consapevole del timer settimanale.

ANOMALIA: Quando rivolgersi a un tecnico qualificato
Ci sono alcune situazioni in cui è altamente consigliato rivolgersi a un tecnico qualificato.

  • Ci sono perdite di acqua dall’unità interna
  • La spia superiore dell’indicatore di funzione lampeggia
  • L’interruttore del circuito scatta di frequente o il fusibile si brucia spesso
  • La presenza di lampadine elettroniche fluorescenti di tipo on/off disattiva la ricezione dei comandi da telecomando
  • Ci sono interferenze radio/TV quando il condizionatore è in funzione
  • Dall’unità esterna o interna provengono rumori inconsueti
Appuntamenti immediati

Articoli correlati